6 SETTEMBRE - USB VV.F. - POMPIERI IN PIAZZA

Alessandria -

TORINO - 6 SETTEMBRE

 SCIOPERO GENERALE DEL SINDACALISMO CONFLITTUALE E ANTAGONISTA

Anche i pompieri del Piemonte, assieme a lavoratori/trici dei settori pubblici e privati, pensionati, precari, disoccupati, studenti, hanno aderito allo SCIOPERO GENERALE e partecipato alla MANIFESTAZIONE E CORTEO di protesta nei confronti della manovra finanziaria lacrime e sangue del governo, di confindustria, delle banche, degli speculatori  e dei poteri forti dell’Europa, che pagheranno solo i lavoratori e i ceti più deboli…. una vera macelleria sociale.

In particolar modo

CONTRO LA T.A.V. E LA MILITARIZZAZIONE DEL CNVFF SENZA SE-SENZA MA

e soprattuttoSENZA IPOCRISIE

e tutte le opere inutili-dannose-costose - contro tutte le guerre e le spese militari

MA ANCHE

 CONTRO UNA MANOVRA CHE PREVEDE:

  • BLOCCO PER DUE ANNI DEGLI AUMENTI CONTRATTUALI - FINO AL 2015 NIENTE CONTRATTO;
  • INNALZANDO DELL’ETÀ PENSIONABILE, CON L'INTRODUZIONE DELLE FINESTRE MOBILI;
  • RIDUZIONE PERCENTUALE DELLE PENSIONI DI REVERSIBILITÀ;
  • LA MODIFICA DELLA RIVALUTAZIONE AUTOMATICA DELLE PENSIONI;
  • DILAZIONE DELL'INDENNITÀ DI FINE SERVIZIO (TFS);
  • MOBILITÀ OBBLIGATORIA, ALL'INTERNO DELLA REGIONE PER I DIPENDENTI PUBBLICI.

CONTRO GLI ACCORDI SCELLERATI SOTTOSCRITTI IL 28 GIUGNO ANCHE DALLA CGIL ASSIEME GLI ALTRI SINDACATI DI STATO, CONFINDUSTRIA E GOVERNO CHE DI FATTO APRONO LA STRADA AI LICENZIAMENTI SENZA GIUSTA CAUSA

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni