Agenzia Territorio - "NO DECENTRAMENTO COMUNE DAY"

Riuscitissima l’iniziativa organizzata dalle RdB Pubblico Impiego di Alessandria

Alessandria -

Nella giornata odierna, 7 novembre, il Coordinamento Provinciale di Alessandria ha indetto una giornata di sensibilizzazione sulla tematica del decentramento delle funzioni catastali ai Comuni e sulle ripercussioni che l'operazione avrà sui Cittadini e sui Lavoratori.   Questa iniziativa rientrava tra quelle contro lo smantellamento del servizio pubblico e dello stato sociale e a sostegno dello sciopero generale del Sindacalismo di Base del 9 novembre con manifestazione a Torino. (da Alessandria muoverà un pullman di manifestanti)  La partecipazione di molti lavoratori, tutti ben motivati, entusiasti di manifestare il disagio, fieri di riappropriarsi della dignità che in questi anni è stata calpestata, ha permesso due presidi sotto il Palazzo Comunale e sotto la Prefettura.  Si sono distribuiti centinaia di volantini ai Cittadini che si sono dimostrati molto sensibili alla problematica, fermandosi a discutere con i Lavoratori del Territorio che hanno spiegato loro quali sono oggi i servizi che l’Agenzia è in grado di fornire soprattutto che è possibile ottenere la rendita catastale aggiornata della propria abitazione senza fare lunghe file di attesa e senza perdere giornate di lavoro: direttamente da casa propria, collegandosi al sito nazionale dell'Agenzia del Territorio, oggi è (ancora) possibile ottenere queste e altre informazioni utili e soprattutto gratuite. Ma fino a quando? Soprattutto hanno capito che con il decentramento delle funzioni catastali pagheremo tutti di più per avere tutti un servizio peggiore e che  oggi un’amministrazione molto efficiente come l'Agenzia del Territorio rischia di essere rimpiazzata da servizi comunali ancora da allestire e, in casi peggiori, da ditte esterne facenti capo a lobby di ogni genere.  La presenza massiccia non è passata inosservata al sindaco Fabbio e alla Giunta Comunale che erano in riunione tant’è che è stata data audizione ad una delegazione di lavoratori ai quali è stata data assicurazione di un coinvolgimento quando si aprirà la trattativa sul piano di fattibilità e soprattutto che ai lavoratori verranno garantite tutte le prerogative di tutela dei diritti acquisiti.  Quasi in contemporanea un’altra delegazione veniva ricevuta da S.E. il Prefetto, al quale, dopo aver dibattuto delle problematiche derivanti il decentramento, sono state consegnate sia la raccolta firme dei lavoratori dell’ente a sostegno della garanzia da parte del rappresentante dello Stato in questa provincia relativamente all’operazione decentramento funzioni catastali ai Comuni che una mozione dove si ricorda che il contratto di lavoro è scaduto da due anni, che si sblocchino le carriere, che si tuteli l’immagine pubblica vergognosamente offesa da campagne stampa diffamatorie, non siamoassenteisti o fannulloni, che diciamo no al decentramento e alla chiusura dell’Agenzia del Territorio e al piano di ridimensionamento dei sevizi al cittadino.  Nel condividere le preoccupazioni dei lavoratori, S.E. il Prefetto, si è reso disponibile ad inviare immediatamente agli organi superiori dello Stato e delle Agenzie la documentazione assicurando la Sua massima attenzione alle problematiche evidenziate dalla delegazione.

 

La nostra è stata una vera e proprio opera di controinformazione.

 

Se si vuole essere davvero vicini ai Cittadini è necessario rendere un servizio migliore al minor costo possibile per l'utenza.

 

Continueremo a difendere  il Catasto Nazionale 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni