ATM senza pace. Nato il comitato contro la privatizzazione.

Oltre un centinaio di cittadini hanno fondato ieri sera il comitato alessandrino contro la privatizzazione di ATM, l'azienda che gestisce il trasporto pubblico locale.

"Hanno fato male i loro conti la dirigenza di ATM a guida leghista e l'amministrazione comunale, se pensavano di poter svendere un servizio pubblico essenziale, senza incappare nella protesta di lavoratori e cittadini.- Oltre alla presenza massiccia dei lavoratori dell'azienda che da mesi stanno combattendo insieme all'Unione Sindacale di Base una dura battaglia per vedere migliorate le loro condizioni di lavoro, hanno risposto all'appello anche molti cittadini convinti che ATM sia un bene comune da salvaguardare e difendere. "

Fra le prime iniziative da intraprendere si è deciso di lanciare una raccolta firme contro la privatizzazione, di espletare le procedure di raffreddamento per arrivare il prima possibile ad una giornata di sciopero generale e sociale che provi a coinvolgere non solo i lavoratori ma anche tutti i cittadini. Dal canto loro gli studenti che alcuni anni fa ottennero un abbonamento agevolato per viaggiare sugli autobus, hanno dichiarato che faranno parte della mobilitazione. A incominciare da sabato verranno allestiti banchetti in città con l'intento di informare la popolazione e raccogliere le firme in calce alla seguente petizione

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni