C'è qualità e qualità

Alessandria -

ll Dirigente dei Vigili del Fuoco del Comando di Alessandria nell’attesa dell’ambita promozione, prevista per fine 2008, rivolto al raggiungimento degli ultimi obbiettivi dichiarati, e forse troppo impegnato nella ricerca della qualità nella formazione, tanto da certificarla, quella stessa qualità formativa certificata che vede corsi interregionali nbcr fatti senza supporti didattici perché “costano”; corsi patenti che oltre togliere punteggio ai corsisti (in una settimana ti danno il 3° grado, pertanto 0,25 punti, corso per il quale sono previste già solo 2 settimane per il secondo grado più ancora qualcosina per il terzo, quindi con un punteggio “leggermente” superiore), o quella stessa formazione di qualità che sforna volontari su volontari con 120 ore di marcia\inquadramento e scala italiana, tutte cose notoriamente utili al soccorso; oppure questo Dirigente è troppo impegnato nella certificazione della qualità della prevenzione, quella stessa prevenzione che post-omaggio di pneumatici ti rilascia il certificato…… ma, lo facevamo già 10 anni fa anche senza tanto clamore per la qualità……; questo Dirigente è così rivolto verso la carriera (contagiato forse da qualche giovane rampollo rampante, ora diventato anche neo dirigente sindacale) da dimenticare lo scopo primario della sua presenza presso questo Comando e cioè l’organizzazione del soccorso tecnico urgente, o forse con l’equiparazione alle forze di polizia e la riforma abbiamo perso anche questo? Già par strano vedere che sotto l’attenta guida del locale Dirigente, molto attento, ad esempio, a dove si parcheggia la macchina in cortile, possano venir predisposti servizi di soccorso tecnico urgente ed attuati dove un Capo Squadra ha la responsabilità di una squadretta di tre persone, pertanto di una squadretta che non svolge soccorso (mancando i numeri minimi di sicurezza previsti per legge) ed invece ad un Vigile Coordinatore o quasi (nel senso che questo vigile ha sì 15 anni di servizio ma non è stato ancora decretato come VFC) viene affidata la responsabilità di una squadra (4+1) adibita al soccorso tecnico urgente di una sede distaccata!! A questo punto auspichiamo che non ci si inventi qualche inutile progetto di qualità anche sul soccorso visti i risultati ottenuti sulla formazione e sulla prevenzione; ma da questo lato stiamo al sicuro il soccorso non interessa !! non porta utili, guadagno; è noto a tutti che il soccorso è considerata una “passività”.  

Auspichiamo che si continui così con l’organizzazione di questo tipo di soccorso, con questo tipo di gestione delle risorse umane e che il tutto debitamente documentato possa essere di interesse per qualche procuratore della repubblica italiana … sicuramente più attento al rispetto della legge che dei progetti di qualità.

Meditate gente, meditate……soprattutto non siate complici!!!!  

SOSTIENI L’UNICA O.S. CHE SI OPPONE A QUESTO FALLIMENTO  ISCRIVITI ALLA RdB CUB VV.F.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni