Documento "organizzazione - competenze - organici" - osservazioni

Comando Provinciale

Vigili del Fuoco Soccorso Pubblico

Difesa Civile Alessandria

Alessandria -

Prot. 07 / 07

Come concordato durante la riunione con le OO.SS. e RSU dell’8 gennaio u.s., questa O.S. si è riservata di porre alcune osservazioni e\o richieste al documento in oggetto. Vista la corposità del documento fornito dall’Amministrazione per una semplificazione di interpretazione abbiamo numerato le pagine di riferimento e indicato con lettere i punti in discussione, allegando il documento originale alla presente. Pag.1 lettera A: eliminare dal presente documento tutto quello che riguarda la sperimentazione dell’apertura di un ufficio decentrato di prevenzione incendi presso il distaccamento VVF di Tortona; essendo un iniziativa che non dovrà essere estemporanea e isolata al singolo distaccamento di Tortona e all’utenza di quel interland, ma dovrà per pari opportunità essere estesa, con lo stesso livello di professionalità offerto per Tortona anche agli altri comuni ove sia attualmente presente un distaccamento VVF di questo Comando; Pag.5 lettera B: la categoria di Comando e pertanto di sala operativa 115 di un livello tale che prevede tre unità fisse dedicate a tale settore; Pag.5 lettera C: chi ricopre la figura di operatore telefonico per il centralino? l’attuale configurazione dell’albero del risponditore automatico indica digitando un tasto dedicato “parlare con un operatore”, riteniamo che quell’operatore NON debba essere un operativo addetto alla sala operativa 115, pertanto invitiamo a distinguere bene sala operativa da centralino; Pag.5 lettera D: autista comando e autista funzionario; sia ben chiaro soprattutto ai capi sezione che il personale addetto alla sala operativa ricopre una mansione ed un incarico e pertanto NON va distolto per altri incarichi di comando per il quale, va individuato altro personale; Pag.5 lettera E: il richiamo di personale di turno libero, vedi per esempio Polizia Giudiziaria, SAF, CVD o altro deve sempre essere comunque autorizzato dal funzionario di turno o reperibile; Pag.5 lettera F: soprattutto in questa fase di assestamento presso la nuova sede di servizio che si sta rilevando giornalmente una sede poco funzionale e con tanti problemi, riteniamo improbabile che il capo sezione possa anche curare la “qualità” della formazione esterna; è gia stato concordata l’assegnazione di personale SATI dedicato a questo settore, all’interno di un ufficio già sufficientemente organizzato; Pag. 6 lettera G: nella tabella riassuntiva manca la figura del CR Vice Capo Turno, per altro figura tristemente non prevista nella tabella A della 217\05; Pag. 7 lettera H: idem come alla lettera A; per questa specifica sperimentazione richiediamo un documento separato dalla presente organizzazione del Comando; Pag. 8 lettera I: finalmente a pagina 8 compare l’ufficio maggiorità, ufficio fondamentale sotto la diretta responsabilità del capo sezione per l’organizzazione del servizio di soccorso; o si fa come in altri comando che il servizio lo predispone fisicamente direttamente il capo sezione o gli riconosciamo a questo ufficio il giusto risalto e non solo per quanto concerne la formazione; Pag. 8 lettera I\2: “istruttori professionali” riteniamo limitativa questa definizione in quanto gli istruttori professionali erano quelli iscritti ad un albo ecc ecc oggi la maggior parte dei formatori sono fortunatamente di nuova generazione e concezione; pertanto eliminare il termine indicato e sostituirlo con “formatori”; Pag. 9 lettera J: forse nel 2004 l’attuale dirigente con una nota a questa O.S. a seguito del cambio degli incarichi assegnati ai funzionari del Comando e relative osservazioni poste dalla stessa O.S., indicava “riduttivo” o simile per un laureato seguire la formazione di questa sede di servizio e la passava ad un diplomato; oggi apprendiamo, con non poco stupore, l’accento posto su “rilevanza” e la ri-assegnazione ad un laureato di questo settore; al personale di questo Comando ed ai suoi rappresentati interessa la qualità finale del prodotto, pertanto chiediamo di essere lasciati fuori da questi giochetti di potere politico ed economico; Pag. 14 lettera L: il personale autista turnista adibito al soccorso deve sempre e comunque far riferimento al Capo Sezione pertanto il capo officina si relazionerà con lo stesso per eventuali necessità legate alla gestione degli automezzi. Pag. 15 lettera M: in questo Comando per circa 10 – 15 anni alcuni laboratori sono nati e hanno avuto modo di raggiungere livelli qualitativi eccellenti grazie alla dedizione, volontà e professionalità di vigili permanenti, riteniamo castrante per il Comando stesso indicare che un domani a capo di un settore o un laboratorio vi debba essere per forza un qualificato; Pag. 15 lettera N: NR e radiometria; TLC e radio, riteniamo si possano accorpare come definizioni; Pag. 18 lettera O: riteniamo errato definire “istituzione” da parte dell’ufficio personale dei libretti sanitari; Pag. 20 lettera P: chiediamo l’istituzione di una vera e propria commissione mensa; Pag. 28 lettera R: si coglie l’occasione visto e considerato che sono un paio di anni che questo Comando investe risorse sia fisiche che economiche sul CVD di richiedere una relazione dell’attività svolta da parte di questo settore; Pag. 29 lettera Q: ci sfugge chi sia il funzionario responsabile del settore PG e comunque chiediamo maggior rispetto delle disposizioni ancora oggi in vigore che prevedono l’attivazione di tale ufficio soprattutto oltre il normale orario di lavoro previo autorizzazione del tecnico di servizio o funzionario reperibile.  

Distinti saluti

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni