Equiparazione …. ecco perché l'RdB ha sempre detto "NO grazie"

Se pensavate di averle viste tutte vi sbagliavate, ma dopo aver visto un confederale fare il facente funzione capo turno …. forse …… altro che rigetto della riforma !!.

Alessandria -

E’ sotto gli occhi di tutti quello che sta accadendo dentro e fuori il CNVVF; questa riforma ha  annichilito non solo la dignità ma l’essere “Vigile del Fuoco”. Oggi, dopo la riforma, dopo l’equiparazione alla polizia , voluta dai confederali (è bene non dimenticarlo), tutti devono fare tutto e nessuno può più fare nulla. Una volta quando eravamo “pompieri” eravamo una grande famiglia, alti e bassi ma eravamo una squadra; oggi... tutti contro tutti. Forse anche queste sono le ragioni del rifiuto, del rigetto dell’RdB CUB per questo nuovo comparto; forse avevamo visto oltre la barricata. In questi giorni, ad Alessandria, abbiamo assistito a Capi reparto utilizzati per formare i VOLONTARI e cioè quei volontari che grazie al progetto “Italia in 20 minuti” (progetto anch’esso avallato e promosso dalla “casta”), volontari che ci sostituiranno sul territorio a discapito della qualità del soccorso tecnico urgente. Ad Alessandria abbiamo avuto turni nei quali si sono utilizzati, impropriamente, Capi squadra, compiacenti, con mansioni di Capo Sezione, mentre i Capi reparto giornalieri erano negli uffici, nei magazzini o ai  distaccamenti con l’annoso compito della distribuzione della carta igienica e del sapone o a formare appunto i volontari; poi ti vengono a fare anche la morale sull’abnegazione al servizio..... che tristezza. Funzionari impegnati in una rampante carriera, alla costruzione di Montelibretti II o a fare i promoter per una nota compagnia telefonica; il servizio tecnico urgente è l’ultimo dei loro problemi. Peccato perché la convenzione telefonica Ministeriale oltre che far risparmiare i dipendenti fa risparmiare anche l’Amministrazione. Forse questi ultimi oltre aver avallato la riforma solo per i loro obiettivi da questurini, vogliono anche mandar in rosso i conti del Dipartimento;  tra computer, cellulari, palmari ecc gli uffici di questa nuova classe dirigente sembrano veri e propri uffici tecnici di consulenza e tra una pratica e l’altra, trovano anche il tempo per farsi nominare direttori di qualche corso interno e l’organizzazione del soccorso viene sempre dopo. In tutto questo “caos” vediamo attraversare il cortile della sede centrale dal locale dirigente VV.F. che, non avendo ancora aperto il tanto ambito distaccamento Volontario di Valenza, è stato  riconfermato ad Alessandria fino alla fine del 2008, ma tra una messa e l’altra, tra un appuntamento dal vescovo e l’altro ogni tanto si ricorda anche dei Pompieri di Alessandria; peccato che quando si ricorda di noi è per farci qualche lettera di contestazione e non per altro.

 
Cari colleghi non pensate sia ora di dire basta a tutte queste nefandezze e a chi le ha create ??? Se volete opporvi all'affossamento definitivo delle attività del Corpo nazionale ed impedire che il paese si ritrovi privo di una struttura di salvaguardia della incolumità dei cittadini,

 25 ottobre sciopero nazionale MANIFESTAZIONE A ROMA

 PER 

- RINNOVO DEL CONTRATTO

- RICONOSCIMENTO ATTIVITA' USURANTI E DEMOCRAZIA SINDACALE

- STABILIZZAZIONE DEI PRECARI

- MEZZI E STRUTTURE EFFICIENTI A SVOLGERE L'OPERA DI SOCCORSO

- ESSERE INSERITI IN UN NUOVO E MODERNO SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE

CONTRO

- L'ACCORDO BIDONE DEL 23 LUGLIO

- ALLUNGAMENTO ETA' PENSIONABILE E APPLICAZIONE AUTOMATICA DEI COEFFICIENTI

- TRINNALIZZAZIONE DEI CONTRATTI

- MILITARIZZAZIONE DEL CORPO NAZIONALE VV.F.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni