Individuazione del responsabile della gestione dei richiami del personale precario, presso Comando di Alessandria

 

Al Dirigente Provinciale Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile

Ing. Marco Cavriani

Al Direttore Regionale per il Piemonte Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Ing. Michele FERRARO

Alle OO.SS. Sede

 

Oggetto: individuazione del responsabile della gestione dei richiami del personale precario, presso Comando di Alessandria.          

 

La scrivente RdB\CUB richiede, con la presente, che venga formalizzato il nominativo del responsabile amministrativo per la gestione del richiamo del personale precario vigile discontinuo presso il Comando di Alessandria.

 

            Invitiamo altresì il locale Dirigente a voler formalizzare tale figura e trasmettere alla stessa i vari accordi di contrattazione decentrata sull’organizzazione del lavoro siglati in questi anni con i rappresentanti dei lavoratori presso questo Comando ed eventualmente informare le OO.SS. se gli applicativi per la gestione del personale forniti dal Dipartimento determinano nuove problematiche o scenari per il richiamo dei VD.

 

            La media del personale precario richiamato presso questo Comando è di circa 200 unità a trimestre, pertanto vengono gestiti oltre 800 richiami annui; a fronte di questi numeri si sollecita una certa pogettualità in merito, al fine di evitare, come accaduto nell’anno appena trascorso, di attingere da personale precario di altre regioni. Tale soluzione vede nettamente contraria la scrivente RdB\CUB soprattutto alla luce delle difficoltà logistiche evidenziate da questo Comando per la gestione del personale fuori sede.

 

            Contestualmente sollecitiamo questa Amministrazione a voler ufficializzare l’incompatibilità del personale precario con la presenza in turno di servizio quale discontinuo e la presenza, quale volontario presso i distaccamenti volontari, da questa Amministrazione recentemente costituiti.

 

            Sollecitiamo nuovamente questa Amministrazione a voler procedere nei richiami del personale precario, ove non sussistano segnalazioni di incompatibilità con il servizio, utilizzando come criterio prioritario e fondamentale la condizione lavorativa esterna a questa Amministrazione; appare evidente che disoccupazione o condizioni lavorative precarie dettate da contratti a termine hanno la priorità rispetto ad essere diligente volontario presso uno dei distaccamenti di questa Amministrazione.

 

            In attesa di riscontro nei termini previsti porgiamo distinti saluti

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni