LETTERINA PER GAZA (ai leaders israeliani)

riceviamo e pubblichiamo, condividendone il contenuto

Sono ammutolito per quanto appena accaduto a Gaza.

Ancora una volta avete dimostrato il vostro criminale cinismo e l’assoluto disprezzo per ogni diritto e valore umano. Con la vostra perfida presunzione di essere superiori a tutti e a tutto, equivocando sempre su chi è aggressore ed aggredito (grazie alle vostre potenti protezioni e complicità dei massimi poteri mondiali)… siete convinti che il vostro terrorismo di stato e l’impunità per i vostri crimini, compresi razzismo ed apartheid, possano restare eterni, potendo massacrare e distruggere non solo bambini, donne e uomini, medici ed infermieri, ambulanze, ospedali, scuole, case, ma anche strutture  ONU, ONG, TV e stampa libera, scomodi testimoni dell’orrore commesso?!

Siete davvero certi che la vostra immensa forza militare vi garantirà sicurezza e prosperità, se il vostro vero obiettivo è cacciare  o assimilare e sottomettere un popolo di alcuni milioni di abitanti, sempre vissuto in quell’area? E con quali criminali modalità?

Il grande presidente cileno Salvador Allende disse, prima di essere assassinato dai militari golpisti: “Detenete la forza, ma non la ragione”…..

Voi, criminali leader politici israeliani, compresi i boia esecutivi, piloti ed artiglieri, nonché i fanatici e spietati coloni estremisti, possiate per tutta la vostra vita … dormire e sognare notti colorate dal sangue delle vostre troppe vittime innocenti macellate (non solo quelle di Gaza)… per i vostri ignobili e squallidi scopi razzistici ed elettorali.

Che nelle vostre orecchie risuonino milioni di eco delle urla straziate dal dolore, dall’orrore e dalla paura di troppi bambini, privati per sempre del diritto di vivere,  siano loro uccisi,  oppure feriti senza rimedio nel corpo e nella mente.

E si materializzi la quotidiana ingiustizia di decenni, vessando ed umiliando un popolo intero, straniero sulla propria terra.

Avete tagliato senza pietà enormi quantità di alberi d’ulivo. Forse vi disturba che sia assurto universalmente  a simbolo di Pace, Fratellanza, Tolleranza, Abbondanza e felice e antica comunione tra Uomo e Natura?

E quando pregate il vostro Dio, cosa vi aspettate,  complimenti e buona sorte?.... O  giusta ed eterna condanna?....

Voi, figli e nipoti di un popolo martire di una delle più grandi tragedie della storia umana, volete forse vendicarvi verso un popolo mite, sofferente e sfortunato?.....

Riuscite a guardare negli occhi i vostri figli? Quali verità e menzogne riservate loro?

Con i vostri atti, non credete che Anna Frank e Primo Levi muoiano un’altra volta, dopo avervi biasimati e condannati senza appello?...... 

Franco, cittadino del mondo.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni