Polo di didattico 66° aa.vv.pp Alessandria - richiesta chiarimenti

 

Al Direttore Regionale Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile per il Piemonte Ing. Michele FERRARO

 

Al Dirigente Provinciale Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Ing. Marco Cavriani

 

            Premesso che le OO.SS. del Comando VigilFuoco di Alessandria hanno più volte unitariamente ribadito che il personale precario, i vigili discontinui, richiamato in servizio presso questa Comando venga impegnato esclusivamente ad integrazione della carenza di personale operativo adibito al soccorso.

            Nonostante ciò oltre all’autista del Dirigente, deroga concordata con i Sindacati, continuano ad esserci discontinui utilizzati per la logistica, negli uffici ecc.

            Questo uso improprio del personale precario del CNVVF ha determinato nel 2008 la mancanza di risorse, in termini di personale, per terminare i richiami messi a disposizione per il Comando di Alessandria. Tale mancanza di personale precario, non per carenza dello stesso ovviamente, ma per pessima gestione amministrativa dei singoli discontinui, ha determinato una sorta di caporalato, richiamando personale precario da tutta Italia, con prevalenza dalle regioni del sud.

            Trattandosi di organizzazione del lavoro come RdB\CUB riteniamo che i vari passaggi sulla gestione e richiamo del personale precario debbano essere contrattati con le organizzazioni sindacali; non è passato molto tempo dalla dura battaglia sull’assegnazione di idonei DPI ai discontinui richiamati in servizio ed oggi il D.lgs. 81/08 apre nuove valutazioni sul piano della sicurezza anche per il personale precario e\o volontario.

           

In merito all’oggetto la scrivente RdB\CUB ha riscontrato che anche per il 2009 si proseguirà ad attingere, al di fuori dagli elenchi del Comando di Alessandria come per altro richiesto dalle stesse OO.SS. del Comando, per quanto riguarda il personale precario assegnato al polo didattico per il 66° aa.vv.pp di Alessandria.

            Con la presente si richiede di acquisire i criteri di trasparenza e pari opportunità adottati dalle Signorie loro che hanno individuato, tipo Comando di Avellino, quale unico o prevalente luogo ove attingere il richiamo del personale precario del CNVVF per il polo didattico che ricordiamo è a carattere interregionale Piemonte, Lombardia, Liguria.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni